Perché la cover story "Personaggio dell'anno" della rivista "Time" sta riscuotendo un forte contraccolpo

Perché la cover story "Personaggio dell'anno" della rivista "Time" sta riscuotendo un forte contraccolpo

Toy Story - Hai un amico in me (Cover) (Dicembre 2018).

Anonim

Con Tempo l'annuncio della rivista del suo "Personaggio dell'anno 2017", molti erano felicissimi nel vedere le voci di così tante donne e uomini che sono stati vittime di violenze sessuali sono stati elevati. Mentre all'interno della rivista, la storia includeva voci come l'attore Terry Crews e il creatore del movimento #MeToo, Tarana Burke, molti notarono che la loro visibilità diminuiva su una copertina che metteva in risalto il cantante Taylor Swift. Alcuni fan della musica erano arrabbiati per il fatto che, mentre Swift era presente, il cantante Kesha non fosse coinvolto, e con queste voci principali nascoste o omesse dalla storia, molti fan sostengono che la scelta non è stata presentata nel modo giusto.

Anche se alcuni potrebbero vedere questa critica come un esempio di cherrypicking o in cerca di qualcosa di cui essere arrabbiati, la rivista ha ignorato molte voci a favore di quelle che probabilmente pensavano avrebbe portato loro una copertura migliore. Swift lo ha definitivamente ucciso quando si è alzata in piedi a nome di molte donne che sono state tentate in passato, ma la sua carriera non è stata completamente persa; Lo era di Kesha.

Quando Kesha ha citato in giudizio per la prima volta il suo ex produttore, il Dr. Luke per l'assalto che presumibilmente ha sofferto per le sue mani, la sua etichetta discografica, Sony, ha rifiutato di lasciarlo cadere. Hanno anche insistito che lei continuasse a lavorare con lui. Sebbene i fan l'abbiano supportata con l'hashtag #FreeKesha, la carriera del cantante ha avuto un enorme successo fino a quando l'etichetta discografica alla fine ha lasciato cadere Dr. Luke all'inizio di quest'anno.

Durante tutto questo, il cantante è stato accusato di mentire ripetutamente dal suo ex produttore, e invece di migliorare, le sue battaglie sembravano peggiorare. Finalmente libera dal presunto violentatore, tuttavia, la star di Kesha è di nuovo in ascesa, con il suo singolo vendicativo, "Praying", che ha colpito i primi 10, e le sue nomination ai Grammy Awards del 2018 per il lavoro sul suo album, Rainbow, essere il primo in assoluto per il cantante. Ma Tempo non includeva la sua storia nella loro funzione.

Oltre a tenere Kesha fuori dalla storia, l'omissione dei Black dalla copertina Time (sebbene alcune voci Black siano state ascoltate nella storia in primo piano) ha sconvolto molti. Anche se Burke ha creato #MeToo nel 2006, la sua inclusione sembra un po 'come una nota a piè di pagina nella storia, che si concentra maggiormente sulle donne famose che hanno i riflettori in questo momento.

I fan hanno anche indicato le celebrità Black come l'attrice e autrice Gabrielle Union, che ha parlato apertamente per anni del suo orribile stupro sotto la minaccia di un'arma a 19 anni, mancando completamente la trama, e seppellendo Hollywood L'uomo pertente Crews e l'attrice Lupita Nyong'o, che ha anche conpiso la sua storia di Harvey Weinstein quest'anno.

Anche se Crews ha una piccola parte nel lungometraggio, l'omissione di Nyong'o e Union ignora la lotta che molte donne di colore hanno persino creduto quando vengono avanti, qualcosa che Union ha recentemente detto a The New York Volte di cui era dolorosamente consapevole.

"Penso che le porte siano state aperte per le donne bianche", ha dichiarato Union The Times . "Non credo sia una coincidenza il cui dolore sia stato preso sul serio. Di chi dolore abbiamo mostrato e continua a mostrare. Il cui dolore è tollerabile e il cui dolore è intollerabile. E il cui dolore deve essere affrontato ora. "

Sebbene sia decisamente un passo nella giusta direzione per elevare le voci di chiunque sia stato abusato, l'esclusione o la riduzione al minimo delle voci non bianche o meno famose rispetto a coloro che hanno sofferto in più modi è sicuramente uno che merita tempo al microscopio.

Se continueremo ad ascoltare le persone emarginate, non tutte potranno essere quelle che reputiamo favorevoli; dobbiamo ascoltare ogni voce e forse lavorare per elevare quelli che ancora non hanno il volume degli altri.

Cosa ne pensi del contraccolpo TIME ? Facci sapere @feminineclub!