Perché il Papa dice che è tempo che abbiamo cambiato le parole in "La preghiera del Signore"

Perché il Papa dice che è tempo che abbiamo cambiato le parole in "La preghiera del Signore"

Padre Nostro - Sesta puntata: "rimetti a noi i nostri debiti" (Settembre 2018).

Anonim

Se sei cresciuto in una famiglia cristiana, probabilmente conosci le parole di "Preghiera del Signore" a memoria. I cattolici hanno particolarmente familiarità con la preghiera (a volte chiamata "Padre nostro", basata sulla sua linea di apertura), spesso usandola come una forma di penitenza dopo essere andata alla confessione.

Il capo della chiesa cattolica, Papa Francesco, dice che questa famosa preghiera ha bisogno di una revisione, dicendo a una stazione televisiva italiana che pensa che alcune delle parole siano state erroneamente tradotte da testi antichi. Come è noto oggi, la linea in questione è "non ci indurre in tentazione", che il Papa sente come un peso per il comportamento su Dio, dicendo essenzialmente che se una persona si allontana dal proprio insegnamento religioso, è la pinità che è incolpare. In altre parole, la preghiera fa sembrare che non siamo responsabili delle nostre azioni - non esattamente una logica che vogliamo essere incoraggianti nell'era di #MeToo.

"Io sono colui che cade; non è lui che mi spinge a tentare di vedere come sono caduto ", ha spiegato. "Non è lui [il signore] che mi spinge alla tentazione e poi vede come cado", ha detto Francis in italiano (tradotto da NPR ). "Un padre non lo fa. Un padre aiuta rapidamente coloro che sono provocati nella tentazione di Satana. "

Mentre il Pontefice argomenta la semantica del testo moderno, che è stato tradotto dall'antico aramaico (la lingua in cui Gesù avrebbe parlato), al greco antico e poi alla Vulgata latina che è la base di tutto il moderno Le traduzioni cristiane di oggi, (compresa la versione della Bibbia di Re Giacomo - la traduzione inglese OG), non tutti gli studiosi religiosi ritengono che il testo abbia bisogno di di essere modificato di per sé.

Il reverendo Ian Paul, uno studioso anglicano britannico, non vede la necessità di questo cambiamento. Ha detto a The Guardian , "la parola in questione è peirasmos [dal greco del Nuovo Testamento] che significa sia tentare che provare. Quindi su un livello il papa ha ragione. Ma sta anche entrando in un dibattito teologico sulla natura del male. "

Di conseguenza, Paolo significa che mettere in discussione la traduzione come è stata insegnata per secoli può cambiare il modo in cui i cristiani pregano e la loro comprensione del significato e dell'uso della preghiera che potrebbe minacciare il modo in cui viene usata nel culto sia pubblico che privato e persino la natura stessa della preghiera stessa. Cambiare la lingua potrebbe cambiare il modo in cui le persone vedono la preghiera, facendo in modo che un numero inferiore di persone usino nelle loro vite.

Anche se l'idea che la preghiera debba essere cambiata può essere considerata un po ', la Chiesa cattolica francese ha fatto cambiare con successo la Preghiera del Signore la scorsa settimana, cambiando la linea in "non lasciarci tentare /

ne nous laisse pas entre en tentation ." Cosa ne pensi del suggerimento del Papa secondo cui la preghiera del Signore dovrebbe essere cambiata? Facci sapere @feminineclub!