Queste bande che cercano di esibirsi a SXSW si sono allontanate al confine USA

Queste bande che cercano di esibirsi a SXSW si sono allontanate al confine USA

Curious Beginnings | Critical Role | Campaign 2, Episode 1 (Ottobre 2018).

Anonim

Negli ultimi cinque giorni, il festival e la conferenza South by Southwest (SXSW) ha portato migliaia di artisti e fan da tutto il mondo ad Austin, in Texas. Questa settimana, a perse band internazionali in programma di esibirsi è stato negato l'ingresso nel paese.

Cartellone ha riferito che almeno sette gruppi hanno dichiarato di non essere in grado di entrare negli Stati Uniti a causa di problemi con i visti. Tra i musicisti costretti a tornare a casa c'erano la band italiana sovietica, il gruppo jazz londinese United Vibrations, la band canadese ed egiziana Massive Scar Era, e il DJ danese e produttore ELOQ.

Tutti e quattro i gruppi hanno pubblicato dichiarazioni sulle loro pagine di Facebook sulle loro esperienze che tentavano di arrivare negli Stati Uniti per esibirsi al festival, rivelando la confusione generale da parte dei funzionari di frontiera degli Stati Uniti su cui erano necessari i visti.

Secondo il post di Facebook dei sovietici sovietici sul loro mancato ingresso negli Stati Uniti il ​​10 marzo, tutti e quattro i membri del gruppo furono separatamente "interrogati" all'aeroporto, e non furono in grado di convincere i funzionari doganali che, poiché si esibivano gratuitamente, avrebbero dovuto essere ammessi nel paese usando un visto turistico B-1 standard. "Ci hanno dichiarato immigranti illegali anche se la nostra intenzione non era affatto quella di cercare lavoro negli Stati Uniti e di non tornare mai in Italia", afferma il post. La band è stata tenuta in prigione per una notte prima di essere rispedita in Italia.

Massive Scar Era non è stato in grado di entrare negli Stati Uniti nonostante abbia la documentazione appropriata. Un post di Facebook scritto dalla cantante e chitarrista della band, Cherine Amr, sulla domenica, riferisce che i membri della band non sono stati in grado di convincere i funzionari che stavano viaggiando per scopi promozionali non pagati. Secondo il post della band, il bassista del gruppo ha lo status di Canadian First Nations (Native American) e avrebbe dovuto poter accedere agli Stati Uniti con la sua carta First Nations fornita dal governo canadese. Amr ipotizzava che il suo visto egiziano avrebbe potuto essere la ragione per cui il gruppo aveva problemi.

Amr ci ha detto tramite messenger di Facebook che la sua band non è infastidita dal fatto che ci sono regole per entrare negli Stati Uniti, "ma chiediamo una coerenza e [chiarezza]. "Amr dice che, mentre era detenuta all'aeroporto, ha chiamato un rappresentante SXSW per parlare con un funzionario del confine degli Stati Uniti a suo nome; riferisce che il funzionario ha rifiutato di prendere parte alla chiamata.

La United Vibrations, con sede nel Regno Unito, non ha fornito tanti dettagli sulla sua esperienza all'aeroporto nel loro post di Facebook lunedì, ma ha ipotizzato che il recente pieto di viaggio dell'amministrazione Trump avrebbe potuto essere il motivo per cui gli è stato negato l'accesso. "Non vedevamo l'ora di entrare in contatto con i nostri fratelli e sorelle negli Stati Uniti per conpidere la nostra musica", ha scritto la band."Perché non siamo entrati? i nostri nomi? la musica? Il colore della nostra pelle? "

D'altro canto, Ole Nørup, un portavoce di ELOQ, ci informa via e-mail che non ritiene che esista un" collegamento tra la situazione generale [dell'immigrazione] e il problema che abbiamo riscontrato con ELOQ. Crediamo sia stata solo sfortuna. "

I funzionari dell'immigrazione degli Stati Uniti hanno tentato di chiarire la confusione sui visti martedì, ma Amr ci dice che la loro spiegazione è" molto vaga ". "Fonti con la protezione doganale e di frontiera hanno detto al tabellone per le affissioni che" se un inpiduo è membro di un gruppo di intrattenimento riconosciuto a livello internazionale, deve richiedere e ottenere un visto P-1 [un tipo di visto di lavoro dato agli atleti o agli artisti]. "

Le bande che viaggiano per esibirsi negli Stati Uniti hanno spesso affrontato problemi alla dogana, secondo Pitchfork . Citando problemi di visti che hanno impedito a un gruppo britannico di esibirsi a SXSW nel 2011 e la performance SXSW 2009 annullata da Adele, Pitchfork riporta che i pieti di viaggio di Trump non sono necessariamente da incolpare per i problemi di visto, ma probabilmente hanno contribuito alla confusione su quali tipi di visti sono accettabili per i performer SXSW.

Che cosa pensi degli artisti SXSW che non fanno parte del paese? Diteci su Twitter @feminineclub.

(Foto via Steve Rogers / Getty, Shane Lange via Cheen Music / Facebook, United Vibrations / Facebook).