Vedi Come Kate Winslet, George Clooney e altre stelle hanno reagito alle accuse di Harvey Weinstein

Vedi Come Kate Winslet, George Clooney e altre stelle hanno reagito alle accuse di Harvey Weinstein

Veronesi apre il Festival del Cinema di Roma (Novembre 2018).

Anonim

Mentre le accuse di molestie sessuali e violenza sessuale continuano ad accumularsi contro Harvey Weinstein dopo l'articolo New York Times della scorsa settimana, le celebrità parlano chiaro denunciare il suo presunto comportamento (che egli "ha inequivocabilmente negato" in una dichiarazione del suo portavoce). Meryl Streep e Judi Dench hanno condiviso il loro shock per la situazione e il loro sostegno alle donne coinvolte, ma sono lontane dalle sole. Guarda come stanno rispondendo Emmy Rossum, Kate Winslet, Lena Dunham, Jennifer Lawrence, George Clooney e altri a Hollywood.

Kate Winslet

Kate Winslet, che ha vinto l'Oscar come migliore attrice 2009 per il suo ruolo in The Reader di The Weinstein Company, ha rilasciato una dichiarazione su Varietà. "Il fatto che queste donne stiano iniziando a parlare della grossolana cattiva condotta di uno dei nostri più importanti e apprezzati produttori cinematografici è incredibilmente coraggioso ed è stato profondamente scioccante sentire. Il modo in cui Harvey Weinstein ha trattato queste giovani donne vulnerabili e di talento NON è il modo in cui le donne dovrebbero mai ritenere accettabile o normale in QUALSIASI posto di lavoro ", ha affermato.

"Non ho alcun dubbio che per queste donne questa volta è stata e continua ad essere estremamente traumatica. Io abbraccio pienamente e saluto il loro profondo coraggio, e sostengo inequivocabilmente questo livello di esposizione molto necessaria di qualcuno che si è comportato in modi riprovevoli e disgustosi. Il suo comportamento è senza dubbio vergognoso, terribile e molto, molto sbagliato. Avevo sperato che questo tipo di storie fossero fatte solo di voci, forse siamo stati tutti ingenui. E mi fa arrabbiare così tanto Ci deve essere "nessuna tolleranza" per questo trattamento degradante e vile delle donne in QUALSIASI posto di lavoro in qualsiasi parte del mondo."

Emmy Rossum

Emmy Rossum portò su Twitter per chiamare la spiegazione del" vecchio dinosauro ", scrivendo che" usare il potere di intimidire le donne per ottenere un guadagno sessuale è riprovevole e imperdonabile."

Hillary Clinton

" Sono rimasto scioccato e sconvolto dalle rivelazioni su Harvey Weinstein, "Hillary Clinton, che Weinstein ha pubblicamente supportato per la presidenza, ha scritto in una dichiarazione pubblicata su Twitter. "Il comportamento descritto dalle donne che vengono avanti non può essere tollerato. Il loro coraggio e il sostegno degli altri è fondamentale per aiutare a fermare questo tipo di comportamento."

Mark Ruffalo

Mark Ruffalo ha twittato ai suoi follower," Per essere chiari, quello che Harvey Weinstein ha fatto è stato un disgustoso abuso di potere e orribile. Spero che ora stiamo vedendo l'inizio della fine di questi abusi."

Jessica Chastain

Jessica Chastain chiamò i media per aver messo il peso sulle donne. "[Sono] malato dai media che chiede solo alle donne di parlare. E gli uomini? Forse molti hanno paura di guardare al proprio comportamento…."

George Clooney

" Un buon gruppo di persone che conosco direbbero, 'Sì, Harvey è un cane' o 'Harvey sta inseguendo le ragazze', ma ancora una volta, questo è un tipo di cosa molto diverso.Questo è molestie ad un livello molto alto. E c'è una discussione secondo cui tutti sono complici ", ha detto George Clooney al Daily Beast. "Suppongo che l'argomento sarebbe che non si tratta solo di Hollywood, ma di tutti noi - che ogni volta che vedi qualcuno che usa il loro potere e influenza per trarre vantaggio da qualcuno senza potere e influenza e non parli, tu" re complici. E non c'è dubbio al riguardo."

Ha anche ripetutamente definito il presunto comportamento di Weinstein" indifendibile "e ha detto:" Prima, la gente non prestava abbastanza attenzione a ciò. Ora dobbiamo. Questo è il momento in cui iniziare a spaventare le persone in questo modo a non agire più in questo modo."

Leggi la sua intervista completa qui.

Glenn Close

Glenn Close ha detto al New York Times , "Sono seduto qui, profondamente turbato, riconoscendo a me stesso che, sì, per molti anni, sono stato a conoscenza del vago voci che Harvey Weinstein avesse un modello di comportarsi in modo inappropriato intorno alle donne. Harvey è sempre stato gentile con me, ma ora che le voci sono state confermate, mi sento arrabbiato e tristemente oscuro."

Ha continuato," Sono arrabbiato, non solo per lui e la cospirazione del silenzio attorno alle sue azioni, ma anche che il fenomeno del "casting couch", per così dire, è ancora una realtà nella nostra attività e nel mondo: l'orribile pressione, l'orribile aspettativa esercitata su una donna quando un prepotente potente ed egoista ha il diritto di chiedere favori sessuali in cambio di un lavoro."

" La nostra è un'industria in cui pochissimi attori sono indispensabili e le donne hanno un ruolo molto inferiore rispetto agli uomini, quindi la posta in gioco è più alta per le donne e le rende più vulnerabili alle manipolazioni di un predatore. Mi congratulo per il coraggio monumentale delle donne che hanno parlato. Spero che le loro storie e il reportage che ha dato loro le loro voci rappresentino un punto critico, che altre storie verranno raccontate e che il cambiamento seguirà."

Leggi la sua dichiarazione completa qui.

Alyssa Milano

Alyssa Milano, che ospita la serie Lifetime prodotta da Weinstein Company Project Runway: All Stars , ha rilasciato una dichiarazione a Patriot Not Partisan : "I have è stato chiesto più volte di commentare lo scandalo Harvey Weinstein. Mentre sono disgustato e irritato per le inquietanti accuse di predazione sessuale e abuso di potere di Weinstein, sono felice - estatico persino - che ha aperto un dialogo attorno alle continue molestie sessuali, l'oggettivazione e il degrado delle donne. Alle donne che hanno subito qualsiasi forma di abuso di potere, sono al mio fianco. Alle donne che si sono fatte avanti contro un sistema che è stato progettato per farti tacere, io resto stupito da te e apprezzo te e la tua fortezza. Non è facile rivelare tali esperienze, specialmente agli occhi del pubblico. La tua forza ispirerà gli altri. Grazie, grazie, grazie, per aver combattuto questa battaglia quindi spero che mia figlia non debba."

Leggi la sua dichiarazione completa qui.

Lin-Manuel Miranda

Il creatore Hamilton ha preso su Twitter con la sua reazione, scrivendo, "Sono così sconvolto e respinto dalle notizie di Weinstein come chiunque abbia un cuore pulsante. E per sempre ammirato il coraggio di coloro che hanno parlato."

Lena Dunham

Lena Dunham ha parlato sia in un editoriale del New York Times, " Harvey Weinstein e il Silenzio degli uomini ", sia su Instagram, dove ha affermato, "Sfortunatamente, questo non è un incidente isolato. Questo ha bisogno di finire, ed è ora che Hollywood faccia luce su se stessa e abbia apportato cambiamenti reali nel comportamento che accettiamo da coloro che ci sono dentro."

Christian Slater

Christian Slater ha twittato la sua versione della situazione, scrivendo," Donne che si fanno avanti per denunciare i molestatori a costi molto elevati e rischiosi per se stessi ed è difficile credere che siano incontrati con dichiarazioni vergognose, incredulità e biasimo. Industrie e luoghi di lavoro sono spesso complici nella protezione di questi violentatori. Affrontare una dolorosa verità è facilmente tramandato a favore di scuse e diniego."

Ha continuato," Le coraggiose azioni delle donne che hanno fatto il disco e i giornalisti che hanno condiviso la loro verità hanno fortemente sfidato quel paradigma. Nessuna donna dovrebbe temere per la sua sicurezza sul posto di lavoro. Nessun uomo dovrebbe sentirsi immune dalle conseguenze delle sue azioni. La responsabilità è essenziale per distruggere l'idea pericolosa e persistente secondo cui alcune persone sono al di sopra della legge."

Finì dicendo:" A volte può essere facile per un uomo vivere senza sfidare le sue idee legittimate e distorte sul bene e il male, specialmente quando sperimenta il successo. Ne vale la pena di essere istruiti e informati (è un processo che dura tutta la vita). La maggior parte delle persone non ha scelta quando si tratta di seguire la legge. Avere una società e un sistema di giustizia che discriminano in base al colore della pelle, al genere, al potere e allo status socioeconomico non è un pass gratuito per chi è alla fine più facile. È una sfida riconoscere i nostri privilegi e utilizzare la nostra piattaforma anche per il campo di gioco."

Jennifer Lawrence

Jennifer Lawrence ha vinto un Oscar nel 2013 per il suo ruolo in Silver Linings Playbook , un film prodotto da The Weinstein Company. Ieri ha detto a Varietà , "Sono stato profondamente disturbato nel sentire le notizie sul comportamento di Harvey Weinstein. Ho lavorato con Harvey cinque anni fa e non ho avuto alcuna forma di molestie personalmente, né ho saputo di nessuna di queste accuse. Questo tipo di abuso è imperdonabile e assolutamente sconvolgente. Il mio cuore va a tutte le donne colpite da queste azioni grossolane. E voglio ringraziarli per il loro coraggio di farsi avanti."

Stephen Colbert

Stephen Colbert non era dell'umore giusto per scherzare quando ha affrontato la situazione di Weinstein nel suo show lunedì sera:" Questo è un comportamento mostruoso che in un mondo giusto, non sarebbe stato permesso di andare avanti decenni. È indifendibile."

Julianne Moore

Julianne Moore ha espresso il suo sostegno alle donne coinvolte, tweettando:" Venire agli abusi sessuali e alla coercizione è spaventoso e le donne non hanno nulla da guadagnare personalmente.Ma attraverso il loro coraggio avanziamo come cultura, e li ringrazio. Stai con @AshleyJudd @rosemcgowan e altri."

Seth Rogen

Seth Rogen ha twittato," Credo che tutte le donne si facciano avanti sulle molestie sessuali di Harvey Weinstein. Ci vuole coraggio per farlo."

Judd Apatow

Judd Apatow ha anche condiviso i suoi sentimenti tramite Twitter:" Quello che Harvey Weinstein ha fatto era aberrante. Ammette che l'ha fatto. Perché qualcuno dovrebbe tacere nel loro disgusto e sostegno per le sue vittime?"

Olivia Wilde

Olivia Wilde ruppe la situazione in una serie di tweet, scrivendo:" Sia chiaro. Quello che Harvey Weinstein ha fatto a quelle donne è stato a dir poco abusivo. Sono disturbato e disgustato. È spaventoso. Anche se non l'ho mai visto, sono solidale con le sue vittime e spero che il loro coraggio mandi un messaggio forte a tutti coloro che hanno abusato del potere. La colpa della vittima deve fermarsi. Come fa la vergogna delle donne che non si sono fatte avanti prima. Hanno parlato, e noi siamo qui per ascoltare."

Jesse Tyler Ferguson

Jesse Tyler Ferguson ha twittato:" Il mio cuore si spezza per tutti quelli che sono stati feriti da quest'uomo. Come [un] attore, un umano e una femminista sono in supporto. Avere sempre. Sarà sempre. "