Ecco tutto ciò che sappiamo finora su questi attacchi di Crippling Internet

Ecco tutto ciò che sappiamo finora su questi attacchi di Crippling Internet

Depression is a disease of civilization: Stephen Ilardi at TEDxEmory (Dicembre 2018).

Anonim

Il massiccio attacco informatico di ieri, che ha messo in crisi giganti di Internet come Twitter, Netflix, Spotify e simili, ha lasciato le persone (noi incluse!) Alla ricerca frenetica di risposte dopo che gli hacker hanno distribuito un DDoS (distribuzione denial of service) sulla società di servizi internet Dyn nelle prime ore del venerdì mattina. Avendo devastato i nostri siti di go-go più amati, l'attacco era una bestia diversa da qualsiasi altra che abbiamo visto. Quasi non appena gli ingegneri sono riusciti a fermarlo, un secondo attacco ha paralizzato ancora una volta i nostri poteri su Internet. L'accesso alla lunga lista di clienti di Dyn era (finalmente FINALMENTE!) Ripristinato, ma rimangono ancora molte domande: vale a dire, che diavolo è appena successo e, forse ancora più importante, whodunnit? Ecco cosa sappiamo finora.

Secondo Fortune,

l'attacco è stato effettuato tramite il dirottamento di qualcosa chiamato Internet of Things (che è essenzialmente una rete di dispositivi interconnessi in grado di scambiarsi dati tra loro, come le telecamere e DVR) per eseguire il DDoS. Gli hacker hanno usato l'Internet of Things per inondare il sistema Dyn con segnali "falsi", rendendolo così incapace di elaborare i suoi segnali normali ed essere efficace.

Facendo eco a questo fatto, FlashPoint ha confermato che gli hacker hanno utilizzato il malware Mirai (un robot virale virtuale) per indirizzare l'Internet of Things, il che ha permesso loro di "asservire un vasto numero di questi dispositivi a una botnet, che era quindi utilizzata per condurre Attacchi DDoS. "Uh, sì?

È interessante (e spaventoso) notare che il software Mirai malbot utilizzato è stato effettivamente realizzato pubblico

all'inizio di questo mese. Ciò rende la caccia agli autori sempre più difficile, perché, beh, il mondo intero ha avuto accesso ad essa. Noi abbiamo

da quando abbiamo scoperto che "la maggior parte dei componenti coinvolti sono stati realizzati da una società, la cinese XiongMai Technologies. "Potrebbe servire da indizio? Questo rimane da vedere.

Il motivo dell'attacco è anche un grande punto interrogativo, ma da allora sono emerse diverse teorie. Alcuni credono che gli hacker avessero piani di ricatto e volevano semplicemente soldi. Altri hanno affermato che gli attacchi erano una forma di protesta orchestrata dai sostenitori del fondatore di WikiLeaks, Julian Assange (che ora è in esilio in Ecuador) perché il suo accesso al Web è stato interrotto di recente.

Nel frattempo, altri ancora stanno puntando il dito più vicino a casa. IBTimes UK

ha parlato con Adam Horsewood, Senior Security Consultant di MWR Infosecurity, che ha dichiarato: "L'attacco a Dyn potrebbe essere una forma di pubblicità. Dyn fornisce un servizio di difesa DDoS, proteggendo i clienti dallo stesso tipo di attacchi che stanno subendo. "

Mentre alcune di queste teorie potrebbero dimostrarsi fattibili e sono certamente spunti di riflessione, non abbiamo idea di quale sia effettivamente corretta. È sicuro dire che potrebbe essere il momento di essere un po 'più attenti riguardo alla nostra attività su Internet, e di fare piani di backup per i servizi necessari dove possiamo.Vacanza in Internet, chiunque?

Cosa ne pensi dei recenti attacchi informatici? Tweet noi @feminineclub.