Lascia tutto e acquista questo libro per la ragazza adolescente nella tua vita in questo momento

È facile, come donne adulte, dimenticare le complessità che derivano dall'essere un'adolescente. E poi, quando lo ricordiamo, tendiamo a dimenticare che le nostre esperienze personali non sono state definite dalla politica dei social media, dalle pressioni aggiornate delle attuali norme sociali o dall'accessibilità che accompagna in massa gli smart phone o Internet.

Gli anni '90 e anche gli anni 2000 non avevano nulla nel 2017.

Ed è qui che entra in gioco GIRL UP di Laura Bates. Fondatore del Everyday Sexism Project (e autore di un libro con lo stesso nome), la guida di Bates a "prendere a calci in culo, reclamare la tua donna e schiacciare il sessismo di tutti i giorni" propone di rendere gli adolescenti un po 'meno scoraggianti e di andare dove nessuna guida come questa è mai uscita prima. Inoltre, ha ricevuto riconoscimenti da alcuni grandi nomi: Gloria Steinem sostiene che "salverà sicuramente la sanità mentale e potrebbe salvare vite umane", mentre Emma Watson avverte che mentre "non è per i deboli di cuore... potrebbe essere ciò di cui abbiamo bisogno."

Che assolutamente facciamo. Sia che si seguano le conseguenze del recente assalto sessuale di Bill Cosby, sia che si tratti della proposta di legge sulla GOP (che prevede di sconfiggere Planned Parenthood e rendere costanti alcuni aspetti della donna costosi da assicurare), la rabbia e la frustrazione sono diventate un default. La pusillanimità non ha più moneta. Pubblicato l'anno scorso nel Regno Unito, GIRL UP è probabilmente arrivato negli Stati Uniti al momento giusto. Ma questa è la cosa - abbiamo bisogno di più.

Sia chiaro: l'importanza di qualsiasi libro che parla a ragazze adolescenti come persone reali non può essere abbastanza stressato. Bates utilizza la sua guida di 302 pagine per affrontare tutto, dall'importanza di rispettare i pronomi appropriati al doppio standard dei social media (vedi: come le giovani donne dovrebbero comportarsi online contro i giovani) alla cultura dello stupro.

Il libro include disegni dettagliati di anatomia femminile e lezioni di matrimonio in consenso con il promemoria che non esiste un modo universale di sentire sul sesso. GIRL UP ha lo scopo di essere inclusivo, è colloquiale e lavora duro per ricordare agli adolescenti che hanno valore, sono forti e potenti. Nello spirito di Rookie e Teen Vogue, non parla, e usa un linguaggio che non alienerà i lettori sul lato più giovane dello spettro.

Ma il femminismo vanta una lunga storia di esclusione, dando priorità alle lotte delle donne eterosessuali sulle esperienze delle donne di colore, o donne queer e trans. È facile introdurre il femminismo come un'idea che è universalmente benefica per ogni donna; quell'empowerment è la chiave per l'uguaglianza e l'informazione e che The Patriarchy is The Enemy. Questo è ciò che Bates in gran parte fa: mentre solleva punti positivi sul doppio standard, non riesce a riconoscere che l'esperienza di ogni giovane donna è diversa in base alla loro razza o alla loro posizione socioeconomica.

Come scrive Helen Lewis, "Bates ha paura di mostrare la sua rabbia per le molte ingiustizie che descrive nel caso in cui sia estranea ai suoi lettori. "Ma questo è alienante di per sé. Perché diffondere la rabbia con i cartoni animati carini non rende giustizia all'esperienza degli adolescenti - sostiene l'esperienza degli adolescenti in un angolo e non lascia spazio alla crescita.

La rabbia può essere molto utile. La rabbia aiuta a organizzare proteste e petizioni e funge da catalizzatore per il cambiamento. Inoltre, c'è molto di cui essere arrabbiato. Dovremmo essere arrabbiati che Paul Ryan abbia recentemente stabilito che le donne al Senato devono coprirsi le spalle e le dita dei piedi. Dovremmo essere arrabbiati che l'accesso all'aborto sicuro e legale sta lentamente diminuendo. Dovremmo essere arrabbiati per la xenofobia che sta alimentando gli attacchi contro le donne musulmane, o che il divario salariale tra donne bianche e donne di colore è un'ulteriore prova del modo in cui il femminismo bianco si colloca al di sopra della vera uguaglianza. Dovremmo essere arrabbiati per le disuguaglianze che richiedono il femminismo in primo luogo. E questo è tutto ciò di cui mi sono ricordato per essere arrabbiato negli ultimi 30 secondi.

E se pensiamo che le ragazze adolescenti non se ne accorgano o che non prestino attenzione o che non siano arrabbiate come il resto di noi, allora stiamo facendo loro un grosso disservizio. GIRL UP si sforza di includere tutti i lettori, ma non riuscendo a sfruttare la rabbia, la frustrazione e la rabbia radicale, manca la possibilità di convalidare i sentimenti che definiscono in gran parte quella demografia. Pubblicazioni come Rookie e Teen Vogue sono così interessanti perché trattano quelle emozioni come vitali e importanti. GIRL UP sembra confondere la rabbia per la negatività.

Da adolescente, sarebbe stato fantastico avere una guida per crescere; avere un libro che confermasse i miei sospetti sul fatto che il fatto di essere convocato fosse grossolano o far luce sul doppio standard che è venuto a definire i social media. Ma quando ci concentriamo sull'aspetto lucido del "femminismo" su ciò che lo rende tanto importante quanto imperfetto (perché come tutti i movimenti, deve evolversi e crescere), stiamo privando gli adolescenti del loro diritto a partecipare. E le loro voci, prospettive e sentimenti sono vitali.

È possibile essere arrabbiati ed essere pieno di rabbia e comunque divertente, positivo e interessante. È possibile affrontare i problemi reali in un modo accessibile per una fascia di età. È anche ingiusto proporre che un autore e un libro facciano tutto. Questo è il motivo per cui, ben intenzionato come GIRL UP , può essere solo un buon inizio.

GIRL OUT esce negli Stati Uniti oggi, 11 luglio. Taggaci sul tuo acquisto @FeminineClub.com!