E respiriamo il fuoco

Ishtar - Mater Natura (Settembre 2018).

Questo articolo fa parte del nostro progetto Voci della comunità FeminineClub. Tutte queste storie provengono dai nostri lettori in risposta alla nostra richiesta di op-eds da persi punti di vista. Questo proviene da Trisha Kondabala , uno studente di 17 anni della Florida. Ha una passione per la moda e la politica e spera di un giorno perseguire una carriera che combina i due.

Ho 17 anni. Sono indiano americano.

Nemmeno mia madre conosce la portata di ciò che ha lasciato in un paese che non ha riguardo per il nostro genere. È venuta in questo paese con solo $ 100 in tasca per dare a me, il suo bambino non ancora nato, una migliore possibilità in un futuro. Una migliore possibilità per l'elusivo sogno americano.

Avevo otto anni quando fu eletto Barack Obama; Sono cresciuto con lui. Ma non sapevo cosa avevo fino a quando non l'ho perso. Notte di elezione, io e mia sorella sedemmo con gli occhi incollati alla TV, gridando vittorie e sconfitte. Al mattino, sono stato devastato. Mi abbracciò e mi sussurrò all'orecchio: "Va bene, Trisha, lo aggiusterò. La prossima volta correrò per il presidente. "

La mia sorellina, che ha metà della mia età, non è in grado di assimilare. È selvaggia e libera e nulla può fermarla. Mia sorella respira fuoco. Mi piacerebbe pensare che sia quello che le ho trasmesso. Spero che crescerà senza paura. Non ha ancora capito i diritti che non ha. Ma anche lei vede disuguaglianze ovunque. Questa elezione li ha solo resi molto più evidenti. Sono spaventato per il nostro futuro. Ce ne sono così tanti che se. Cosa succede se i suoi diritti vengono portati via anche prima che lei sappia di averli? E se lei non sapesse mai com'era prima di tutto questo? Tutto quello che posso offrirle è una semplice promessa: prometto di fare tutto il possibile per proteggerti da tutto questo.

Il giorno dell'inaugurazione, mi sono seduto in un'aula piena di bambini di immigrati. Fummo di nuovo incollati alla TV, usando l'umorismo per deviare dal fatto che non sapevamo cosa ci sarebbe accaduto in futuro. Ma potevo vedere la determinazione nei loro occhi. Potevo vedere un fuoco che corrispondeva al mio.

QUESTO È IL MIO PAESE, ANCHE. Questo è il nostro grido di battaglia. Combatteremo per il futuro del nostro paese, qualunque cosa accada. Faremo in modo che la nostra generazione e quelle che seguono siano protette. Faremo in modo che siano in grado di soddisfare i propri sogni americani.